misure urgenti aggiuntive di contrasto alla diffusione del virus covid-19 -obbligo utilizzo di mascherine e guanti all’interno degli esercizi pubblici fino al 03 maggio 2020

Dettagli della notizia

Data:

14 Aprile 2020

Tempo di lettura:

Descrizione

Con l’ordinanza n° 24 del 14.04.2020 ho reso obbligatorio l’utilizzo delle “mascherine” per l’accesso negli esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche e in ogni altro luogo chiuso in cui vi sia rischio di assembramento.
Questo provvedimento è una delle misure chiave nel contenimento dell’epidemia da COVID-19. Affinché possa essere realmente efficace è importante che sia adottato da tutti, partendo da una comprensione dei meccanismi di trasmissione del COVID-19 che ne giustificano la rapidità di diffusione nonostante le misure restrittive adottate fino a questo momento. Tre sono gli aspetti più rilevanti nella propagazione dell’epidemia:

1. Il primo è che il coronavirus, pur causando molti decessi, ha un ventaglio di forme cliniche molto ampio: i gravi rappresentano soltanto la punta dell’iceberg; i più hanno sintomi simil-influenzali, ma la maggior parte non hanno alcun sintomo, o solo sintomi lievi, o lievissimi, tanto da non impedirne le normali attività di vita e/o di lavoro. Con il coronavirus questi “infettati sani”, sono perlopiù persone giovani, o comunque in età lavorativa.

2. La seconda caratteristica peculiare del Covid-19, anche questa singolare rispetto ad altri virus più comuni, è quella di poter sopravvivere molto a lungo su oggetti contaminati. Questo rende possibile contrarre l’infezione anche per contatti indiretti che sono certamente più difficili da prevedere e da evitare .

3. Infine, il Covid-19, si trasmette attraverso le goccioline emesse con il respiro, la tosse, gli starnuti o il semplice parlare. Questo però può succedere soltanto tramite contatti ravvicinati (entro una distanza interpersonale di circa 1-1,8 metri), ma gli infetti senza sintomi, i “contagiatori sani”, possano girare liberamente nei luoghi pubblici diffondendo il virus con le goccioline respiratorie e contaminando così maniglie delle porte, carrelli dei supermercati, ma anche alimenti vari, come frutta e verdura con o senza contenitore sigillato. Goccioline infette sparse potenzialmente su ogni cosa. La possibilità di uscire per ‘‘ragioni di necessità’’ che poi è stata coniugata da ognuno a proprio modo e piacimento senza l’obbligo di mascherina non ha permesso un adeguato contenimento del virus. La sola misura restrittiva del “tutti a casa” non è quindi sufficiente, come suggeriscono poi i dati nazionali disponibili (gli infetti giornalieri superano le 4000 unità nonostante il lockdown). Insomma non uscire da casa e, se si esce, TUTTI con la mascherina. Si tratta in altre parole di comprendere che nessuno è, a priori, esente da infezione e che tutti, anche chi si sente in piena forma, potrebbe essere inconsapevolmente un veicolo di Covid-19, un “contagiatore sano”. Indossare le mascherine può sembrare una banalità, ma assume un valore preventivo straordinario per interrompere la catena dei contagi.

Lo slogan deve diventare: tutti con la mascherina per non infettare gli altri e per non infettarsi. La “mascherina obbligatoria per tutti” è la più semplice e urgente misura da adottare. Non dimentichiamo di rispettare l’obbligo di rimanere a casa uscendo solo in caso di vera necessità mantenendo il distanziamento sociale (misura preventiva fondamentale) , di non toccarci la bocca, il naso e gli occhi quando siamo fuori casa e di lavarci sempre le mani al nostro rientro.

Grazie per l’attenzione.

Il Sindaco,
Cecilia Cesetti

 

 

 

FOTO DI FAMIGLIA DEGLI ANNI ’20 DURANTE L’INFLUENZA SPAGNOLA (anche il gatto indossa la mascherina)

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ultimo aggiornamento: 14/04/2020, 21:51

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?

Vuoi aggiungere altri dettagli?

Inserire massimo 200 caratteri